ROSACEA patogenesi

Patologia molecolare della rosacea

La attivazione  del sistema immunitario innato normalmente porta ad un incremento controllato nella pelle in citochine e molecole di antimicrobici. Una di queste molecole di antimicrobici è un peptide conosciuto come catelicidina.

Alcune forme di catelicidine sono note avere capacità vasoattiva e proinfiammatoria.

Nella rosacea sono stati riscontrati livelli anormalmente elevati di catelicidine, anche diverse da quelle di individui sani.
Queste forme di peptidi  promuovono e regolano la chemiotassi leucocitaria, l’angiogenesi, e l’espressione delle componenti della matrice extracellulare.

La presenza nella rosacea di catelicidine, peptidi vasoattivi e infiammatori, sarebbe dovuta ad una produzione anomala della proteasi callicreina, che controlla la produzione di   catelicidina nella epidermide.


La iniezione di  questi peptidi o degli enzimi che producono catelicidin nella pelle di topi
ha provocato infiammazione della pelle simile alla alterazione patologica della rosacea;   indicando che una
esacerbata risposta immunitaria innata induce anormale catelicidina,   portando poi alla manifestazione.

Normalmente il sistema immunitario della pelle è programmato per individuare microbi, danni tessutali come apoptosi UV-indotta o danno della matrice extracellulare. D’altra parte esposizione al sole, modifiche della matrice cutanea e agenti microbici hanno dimostrato di essere trigger di rosacea.

Questi dati preliminari mostrano che nella cute colpita da rosacea  è alterata l’espressione di TLR2, con aumento della suscettibilità cutanea a stimoli della immunità innata e porta ad aumento della produzione di catelicidina e callicreina.

Interessante il coinvolgimento di TLR2 in altri disturbi è suggerito anche dai dati clinici nella dermatite rosaceiforme da glucocorticoidi, la cosiddetta dermatite periorale

Questi risultati e le nuove conoscenze sulla rosacea suggeriscono alla base della rosacea una alterazione della risposta immunitaria innata.

Per una serie di motivi questi pazienti sono più suscettibili a stimoli che non provocano reazioni infiammatorie nei pazienti normali.

Una reattività immunitaria innata è innescata da quelle condizioni  che in  precedenza venivano associati al peggioramento della malattia.

Agenti microbici e cambiamenti ambientali, come sole ed esposizione ai raggi UV, verrebbero percepiti dal sistema immunitario innato attraverso  specifiche molecole.

Il sistema immunitario innato incrementerebbe e sarebbe incrementato da  citochine, ROS, peptidi antimicrobici e proteasi, che portano poi alle alterazioni istologiche osservate nella rosacea.

Molteplici fattori possono collaborare nel provocare le manifestazioni cliniche della rosacea, mentre le suscettibilità individuale ai diversi fattori giuoca un ruolo fondamentale.

cause rosacea, cura rosacea, dermatologo ROSACEA, rosacea nuove cure,

J Dermatol Sci. 2009 August ; 55(2): 77–81.  The molecular pathology of rosacea  Kenshi Yamasaki, Richard L. Gallo.

 

 

 malattie infiammatorie della pelle

L’epidermide, epitelio squamoso autorinnovantesi composto di vari strati di cheratinociti, è importante barriera di difesa.
Proteasi endogene ed esogene, quali kallikreina, matriptasi, caspasi, catepsine, e proteasi derivate da microrganismi sono in grado di attivare e disattivare le molecole di difesa dell’epidermide umana.
Inibitori delle proteasi, come likeLEKTI, elafin, SLPI, SERPIN, e cystatin regolano le attività proteolitiche e contribuiscono alla integrità e funzione di barriera protettiva della pelle.
Variazioni dell’equilibrio proteolitico della pelle possono provocare infiammazione, eritema, desquamazione e prurito.
Sono riassunte le attuali conoscenze sul come proteasi, loro inibitori e loro proteine bersaglio, tra cui filaggrina, recettori proteasi-attivati e corneodesmosina, contribuiscono alla patofisiologia della infiammazione e sottolineano il loro ruolo in comuni malattie infiammatorie della pelle, come dermatite atopica, rosacea, e psoriasi.

Cutis. 2009 Oct; 84 (4) :207-14.
Reddish, scaly, and itchy: how proteases and their inhibitors contribute to inflammatory skin diseases.
Meyer-Hoffert U.


The skin protects us from water loss and mechanical damage. The surface-exposed epidermis, a self-renewing stratified squamous epithelium composed of several layers of keratinocytes, is most important in the barrier defense against these challenges.
Endogenous and exogenous proteases such as kallikreins, matriptase, caspases, cathepsins, and proteases derived from microorganisms are important in the desquamation process of the stratum corneum and are able to activate and inactivate defense molecules in human epidermis.
Protease inhibitors such as like LEKTI, elafin, SLPI, SERPINs, and cystatins regulate their proteolytic activity and contribute to the integrity and protective barrier function of the skin.
Changes in the proteolytic balance of the skin can result in inflammation, which leads to the typical clinical signs of redness, scaling, and itching.
This review summarizes the current knowledge of how proteases, their inhibitors, and their target proteins, including filaggrin, protease-activated receptors, and corneodesmosin, contribute to the pathophysiology of inflammation of the skin and highlight their role in common inflammatory skin diseases such as atopic dermatitis, rosacea, and psoriasis.

ROSACEA e acido azelaico

Rosacea: trattamento con acido azelaico 15% gel

cause rosacea, cura rosacea, dermatologo ROSACEA, NUOVE CURE ROSACEA, ROSACEA,terapia rosacea

Expert Opin Pharmacother. 2008 Oct;9(15):2699-706. Review.  Azelaic acid 15% gel in the treatment of rosacea.  Gollnick H, Layton A. 

vedi anche  http://www.pietrosantoianni.net

ROSACEA review terapia

Trattamento topico e sistemico della rosacea

 

cause rosacea, cura rosacea, dermatologo ROSACEA, NUOVE CURE ROSACEA, ROSACEA,terapia rosacea

Eur Acad Dermatol Venereol. 2009 Aug;23(8):876-82. Review   Current topical and systemic approaches to treatment of rosacea. Korting HC, Schöllmann C.

vedi anche  http://www.pietrosantoianni.net

ROSACEA trattamento, parte 2

cause rosacea, cura rosacea, dermatologo ROSACEA, NUOVE CURE ROSACEA, ROSACEA

Standard management options for rosacea, part 2: options according to subtype.

Cutis. 2009 Aug;84(2):97-104.     Odom R, Dahl M, Dover J, Draelos Z, Drake L, Macsai M, Powell F, Thiboutot D, Webster GF, Wilkin J; National Rosacea Society Expert Committee on the Classification and Staging of Rosacea.

vedi anche  http://www.pietrosantoianni.net