ALOPECIA AREATA : progressi nella patogenesi

La patogenesi della alopecia areata (AA) ha notevolmente progredito negli ultimi dieci anni. Questi progressi sono in parte basati su progressi nel campo dell’immunologia e della genetica, miglioramento della metodologia in RNA, DNA, proteomica, e computer-analisi, così come per lo sviluppo del modello murino C3H/HeJ di AA e di un  modello altamente riproducibile di AA .

La conoscenza di altre malattie autoimmuni organospecifiche potrà avvantaggiarsi dei progressi nella AA.

 

ALOPECIA, cause alopecia, cause caduta CAPELLI, cura alopecia, cura caduta capelli, dermatologo alopecia, TRICOLOGO ALOPECIA

Curr Dir Autoimmun. 2008;10:280-312. Alopecia areata. King LE Jr, McElwee KJ, Sundberg JP.

 

AA.

Annunci

ALOPECIA da chemioterapia

Lovastatina topica nella prevenzione di alopecia indotta da chemioterapia

Uno studio di fase I è stato condotto per stabilire la sicurezza della minima dose efficace di attività di  lovastatina topica – inibitore  di 3-idrossi-3-metil-CoA reduttasi (HMG-CoA) –  nel prevenire l’alopecia indotta dalla chemioterapia in coorti di tre pazienti in chemioterapia con doxorubicina (otto pazienti) o taxani (quattro pazienti).
La Lovastatina   (49 mM (20 mg/ml) in 95% etanolo)è stata ben tollerata alla concentrazione massima raggiungibile, ma ha mostrato scarsa efficacia

 

ALOPECIA, cause alopecia, cause caduta CAPELLI, cura alopecia, cura caduta capelli, dermatologo alopecia, TRICOLOGO ALOPECIA

.Support Care Cancer. 2007 Sep;15(9):1109-12.A phase I study to assess the safety and activity of topical lovastatin (FP252S) for the prevention of chemotherapy-induced alopecia. Joshi R, Olver I, Keefe D, Marafioti T, Smith K.

 

VITILIGINE, chellina, UV

Vitiligine: irradiazione monocromatica a 308 nm in monoterapia o con chellina

Questo studio valuta l’efficacia della luce monocromatica ad eccimeri 308 nm (MEL), sia come monoterapia che in combinazione con khellin 4% in unguento .

MEL 308 nm, da sola e / o combinata con  4% chellina ha dato risultati incoraggianti e può essere considerata una valida opzione terapeutica degna di considerazione nel trattamento della vitiligine.


cura della vitiligine,dermatologo, Prof. Santoianni, terapia della vitiligine,VITILIGINE

Monochromatic excimer light 308 nm in monotherapy and combined with topical khellin 4% in the treatment of vitiligo: a controlled study. Dermatol Ther.  2009; 22(4):391-4 Saraceno R; Nisticò SP; Capriotti E; Chimenti S

 

VITILIGINE SEGMENTALE

VITILIGINE SEGMENTALE come espressione possibile di mosaicismo somatico cutaneo: implicazioni per la vitiligine comune non-segmentale.

L’associazione di VS di vitiligine non-segmentale , ora confermata da diverse osservazioni,  indica un continuum tra i due subset  con fattori predisponenti genetici, inclusi geni la cui attività riguarda la  pelle.

La VS costituirebbe una patologia buon  candidato per una nuova strategia di indagine dei geni  in disturbi multigenici con specificità d’organo, applicabile in via prioritaria per malattie della pelle infiammatorie croniche.

Pigment Cell Melanoma Res. 2008 Dec;21(6):646-52. Epub 2008 Oct 28.Segmental vitiligo as the possible expression of cutaneous somatic mosaicism: implications for common non-segmental vitiligo. Taïeb A, Morice-Picard F, Jouary T, Ezzedine K, Cario-André M, Gauthier Y.

.

VITILIGINE, trattamento topico

TRATTAMENTO TOPICO DELLA VITILIGINE

Associati o meno a fototerapia trattamenti topici usati nella vitiligine sono: steroidi, inibitori della calcineurina, analoghi della vitamina D, pseudocatalasi e anche agenti depigmentanti.
In questo articolo sono  esaminati studi randomizzati e controllati.

Psoraleni e chellina possono essere utilizzati come agenti topici in combinazione con irradiazioni UV, ma non   sono inclusi in questa rassegna. Sono anche  esclusi agenti topici meno utilizzati o inefficaci, come melagenina, fenilalanina topica,  L-DOPA topica, ed altri.

Inibitori della calcineurina per uso topico possono essere usati per la terapia della vitiligine localizzata (<20% della superficie della pelle area).
Pseudocatalasi con NB-UVB non sembra essere più efficace di placebo con NB-UVB.
Le combinazioni di
analoghi della vitamina D hanno efficacia variabile in rapporto al tipo e  tipo di  UV utllizzato.
L’efficacia di combinazioni di inibitori della calcineurina variano anche in base al tipo e  UV utlizzato, con tacrolimus Protopic   più efficace con laser ad eccimeri.

Pimecrolimus Elidel è risultato efficace con NB-UVB e laser ad eccimeri per lesioni del viso. La microdermoabrasione  per aree localizzate.

 

 G Ital Dermatol Venereol. 2010 Feb;145(1):57-78. Topical treatment and combination approaches for vitiligo: new insights, new developments. Hossani-Madani AR, Halder RM.

 

 

ALOPECIA AREATA e citochine sieriche

Livelli sierici di citochine Th1 nella alopecia areata

L’alopecia areata (AA) è una malattia autoimmune organo-specifica caratterizzata da infiltrati folliculotropi di cellule T attorno ai follicoli dei capelli in fase anagen .

I livelli di Th1, l’interleuchina (IL) -1 antagonista del recettore (RA) e i livelli di IL-8 erano più elevati in tutti i pazienti con AA rispetto ai controlli. I livelli di IL-1alfa, IL-12 e TNFalfa erano più elevati nei pazienti con AA e atopici rispetto ai pazienti con AA senza atopia.

CONCLUSIONI: L’aumento delle citochine Th1 sieriche (IL-2, IL-12 e di interferon-gamma) e i livelli di IL-1 sono associati con AA a prescindere dalla gravità della malattia o presenza di atopia.

 

ALOPECIA, ALOPECIA AREATA, cause alopecia areata,cause caduta CAPELLI, cura alopecia, cura ALOPECIA AREATA,cura caduta capelli,dermatologo alopecia, nuove cure alopecia, TRICOLOGO ALOPECIA

Clin Exp Dermatol. 2010 Jun;35(4):409-16. Serum T helper 1 cytokine levels are greater in patients with alopecia areata regardless of severity or atopy. ndez M, Donley SE, Duvic M.