VITILIGINE e autoimmunità

 

Vitiligine ed autoimmunità: studio epidemiologico in un campione rappresentativo di giovani maschi italiani

Autoanticorpi circolanti sono stati rilevati nel 42,5% dei soggetti in studio.

Sono stati documentati: anticorpi anti-tireoglobulina in 27,5%, anti-perossidasi tiroidea nel 22,5%, anti-muscolo liscio nel 17,3%, anti-nucleo, anti-mitocondriali e anti-cellule parietali gastriche nel 2,5% rispettivamente.

Solo in due casi (5%) veniva diagnosticato manifesta patologia della tiroide.

Non veniva  rilevata nessuna associazione significativa tra autoanticorpi circolanti  ed estensione cutanea coinvolta / decorso clinico della malattia.

Autoanticorpi circolanti (anticorpi anti-tiroide in particolare) erano statisticamente associati ad una minore durata della malattia.

Conclusioni: In accordo con altri studi,  autoanticorpi in assenza di manifestazioni cliniche sono stati frequentemente osservati nei nostri pazienti con vitiligine, in particolare durante la fase precoce della malattia.

Il significato clinico di questi dati sembra essere limitato, con la possibile eccezione di malattie della tiroide, essendo necessari approfondimenti attraverso studi di coorte di grandi dimensioni.

 

cause vitiligine,cura della vitiligine,dermatologo vitiligine, nuove cure vitiligine

J Eur Acad Dermatol Venereol. 2010 May 7. Vitiligo and autoimmunity: an epidemiological study in a representative sample of young Italian males. Ingordo V, Gentile C, Iannazzone S, Cusano F, Naldi LDepartment of Italian Navy Health, Taranto, Italy.

 

Advertisements