DERMATITE ATOPICA e prurito

Anche se l’individuazione di percorsi neurali per il  prurito indotto  da istamina è stata un importante passo avanti, altri percorsi sembrano essere coinvolti nel prurito.

Nella dermatite atopica, la sensibilizzazione neurale complica il  meccanismo del prurito. Mediatori della infiammazione, come la bradichinina che (normalmente non provoca  il prurito), possono funzionare come pruritogeni in seguito a sensibilizzazione neurale; il che influenza anche il trattamento considerevolmente.

Poiché vi possono essere innumerevoli mediatori potenziali che inducono prurito, la inibizione della infiammazione è, per ora, il modo più efficace per eliminare il prurito nella dermatite atopica.

 Trattamenti potenziali per il prurito in questa condizione sono rappresentati da farmaci ad azione centrale così come farmaci avverso la sensibilizzazione neurale.

dermatite atopica cura , dermatite atopica cause, dermatite atopica nuove cure, eczema atopico cause, eczema cause, eczema cura, eczema nuove cure,  


J Pharmacol Sci.
2009 Jul;110(3):265-9. Analysis of the mechanism for the development of allergic skin inflammation and the application for its treatment: mechanisms and management of itch in atopic dermatitis. Ikoma A.

 

DERMATITE ATOPICA e stress

Dermatite atopica e stress cronico: meccanismi neuroimmuni

Studio di: densità delle fibre nervose, neuropeptidi sensoriali, e  sistema serotoninergico.Sono stati riscontrati: aumento nella frazione epidermica del recettore della 5-hydroxtrytamine 1A (5-HT1A) e della proteina di trasporto della serotonina (SERT), aumentato numero di 5-HT2AR, di cellule CD3-positive, e SERT-cellule positive;  aumento dei mastociti, spesso al limite  della membrana basale. Inoltre forte  correlazione tra  cellule HT2AR positive nel derma papillare della pelle coinvolta e indici bassi di cortisolo, indicatore di stress cronico.

In conclusione  venivano riscontrati nell’ eczema atopico e stress cronico alterazioni della innervazione e della modulazione del sistema serotoninergico 

dermatite atopica cura , dermatite atopica cause, dermatite atopica nuove cure, eczema atopico cause, eczema cause, eczema cura, eczema nuove cure,

J Eur Acad Dermatol Venereol. 2008 Jan;22(1):11-8. Neuroimmune mechanisms in patients with atopic dermatitis during chronic stress. Lonne-Rahm SB, Rickberg H, El-Nour H, Mårin P, Azmitia EC, Nordlind K.

Prurito e stress: connessione cervello-pelle, misalliance neuroendocrino-immunitaria

Diverse comuni malattie della pelle sono riconosciute essere aggravate da stress psicologico, in particolare dermatosi legate a meccanismi immunitari. Il  prurito (prurito) è  sintomo  comunemente associato alla maggior parte di queste malattie infiammatorie della pelle.

Una ampia serie di mediatori, rilasciati in risposta allo stress nella pelle o in altri sistemi, incrementano la innervazione sensoriale, potenziano  la produzione di altri agenti pruritogeni, sostengono la  infiammazione (neurogena)  e abbassano la soglia del prurito.

Viene sostenuto che le molecole chiave della risposta allo stress, con un forte potenziale pruritogeno, come NGF, CRH (corticotropin-releasing hormone), sostanza P, e i mastociti,  possono essere considerati come ‘ interruttori centrali cellulari della infiammazione pruritogena ‘.

Conoscenze ulteriori saranno utili per più efficaci strategie terapeutiche nella gestione del prurito nelle malattie infiammatorie della pelle influenzabili dallo stress.


Neuroimmunomodulation. 2006;13(5-6):347-56.

From the brain-skin connection: the neuroendocrine-immune misalliance of stress and itch.

Arck P, Paus R.

Perceived stress has long been allied with disturbances of the dynamic equilibrium established between the nervous, endocrine and immune systems, thus triggering or aggravating disease manifestation.

Several common skin diseases are now acknowledged to be worsened by psychological stress, particularly immunodermatoses such as atopic dermatitis, psoriasis, seborrheic eczema, prurigo nodularis, lichen planus, chronic urticaria, alopecia areata and pruritus sine materia.

Itch (pruritus) is perhaps the most common symptom associated with a majority of these inflammatory skin diseases, and acute as well as chronic stress perceptions are recognized to trigger or enhance pruritus.

A wealth of mediators released systemically or locally in the skin in response to stress increase sensory innervation, upregulate the production of other pruritogenic agents, perpetuate (neurogenic) inflammation and lower the itch threshold.

In the present review, we explore recent frontiers in both stress and pruritus research and portray the perpetuation of chronic skin inflammation and itch as a neuroendocrine-immune ‘misalliance’.

We argue that key candidate molecules of the stress response with strong pruritogenic potential, such as nerve growth factor, corticotropin-releasing hormone and substance P, and mast cells, which may be considered as ‘central cellular switchboards of pruritogenic inflammation’, need to be further explored systematically in order to develop more effective therapeutic combination strategies for itch management in chronic, stress-vulnerable inflammatory skin diseases.