PELLE ORGANO NEUROIMMUNOENDOCRINO

Controllo neuronale della funzionalità della pelle: la pelle come organo neuroimmunoendocrino

Ruolo del sistema nervoso periferico nel campo della biologia e delle malattie cutanee.

Nel corso degli ultimi anni è stata stabilito il concetto di una rete interattiva tra nervi cutanei, asse neuroendocrino, e sistema immunitario. Interazioni neurocutanee influenzano una ampia serie di funzioni fisiologiche e fisiopatologiche, tra cui crescita cellulare, guarigione ferite, infiammazione, immunità, prurito.
Questa interazione è mediata da nervi afferenti primari o autonomi, che rilasciano neuromediatori e attivano specifici recettori su molte cellule bersaglio nella pelle.
Una fitta rete di nervi sensoriali rilascia neuropeptidi, modulando pertanto infiammazione, crescita cellulare, e risposte immunitarie della pelle.
Fattori neurotrofici, oltre a regolare la crescita dei nervi, partecipano a molte proprietà funzionali della pelle.
La pelle esprime una varietà di recettori neurormonali con proteine G eterotrimeriche, che sono strettamente coinvolti nella omeostasi della pelle e infiammazione.
Questa interazione neurormone-recettore viene modulata da endopeptidasi, che sono in grado di interrompere risposte neuropeptide-indotte infiammatorie o immunitarie.

Sono recentemente descritti recettori neuronali proteinasi-attivati o recettori transitori potenziali canali ionici, che possono essere importanti nel regolare infiammazione neurogena, dolore e prurito.
Nell’insieme, una stretta interazione multidirezionale tra neuromediatori, recettori ad alta affinità, e proteasi regolatorie è criticamente coinvolta nel mantenere l’integrità dei tessuti e regolare le risposte infiammatorie della pelle.
Una migliore comprensione della neuroimmunoendocrinologia cutanea può contribuire a sviluppare nuove strategie per il trattamento di diverse malattie della pelle.

dermatologo esperto,dermatologo esperto prurito

Physiol Rev. 2006 Oct;86(4):1309-79.
Neuronal control of skin function: the skin as a neuroimmunoendocrine organ. Roosterman D, Goerge T, Schneider SW, Bunnett NW, Steinhoff M.

 

Annunci